Quando si è giù di morale, non c'è nulla di meglio di un dolce.

Ma non basta assaggiarlo, non basta sentire il suo gusto..
La parte più bella è la preparazione, affondare le mani nella farina, sentire il profumo della cannella che si spande per la casa, vedere come tutti gli ingredienti, in apparenza così diversi, si amalgamano insieme e diventano una cosa sola. C'è qualcosa di più poetico della croccantezza di una nocciola, della cremosità della panna o del profumo dolciastro della frutta candita? Di più sorprendente del candore del latte bollente o di prendere tra le mani una manciata di chicchi di caffè?
Quando sei triste, quindi, ricorda: impegnati con amore e passione nella preparazione di un dolce, la gioia che ne scaturirà dalla sua buona riuscita, riuscirà a placare, anche per un solo istante, qualsiasi dolore.

domenica 12 maggio 2013

Pizza al piatto…versione 2.0!

pizza forno casa elettrico croccante scioglievole pizzeria morbidaDovete sapere che io sono pizza dipendente. Posso resistere davanti ad un dolce, a della cioccolata, ma alla pizza proprio no. Quella in teglia non la amo particolarmente, ma quella al piatto mi fa veramente impazzire! Se non ne mangio la mia dose settimanale, il mio umore ne risente parecchioSorriso

Per varie volte ho fatto la pizza con questo impasto, bunissima, ma non mi convinceva del tutto. Così ho cambiato un po’ le proporzioni degli ingredienti e i tempi di lievitazione,mantenendo però lo stesso procedimento e ne è uscita una pizza croccante ma scioglievolissima, per niente dura e superleggera. La preparazione è un po’ lunga, ma ogni tanto ne vale proprio la pena Sorriso
Ne approfitto anche per fare alla mia mamma tanti tanti auguri! Sorriso

Ingredienti (per 4 pizze)
200 gr di farina 00
200 gr di farina manitoba
90 gr di farina di semola
20 gr di fiocchi di patate
15 gr di lievito di birra
1 cucchiaio di olio evo
8 gr di miele
8 gr di sale
350 ml di acqua (regolatevi voi in base a questo assorbe la vostra farina)

Per la farcitura
400 gr di mozzarella
600 gr di pomodori pelati
1 cucchiaio di olio
origano secco q.b.
sale q.b.
.. e poi ingredienti a piacere!

0re 16.30 (del giorno prima)
Ho sciolto il lievito nell’acqua, ho lasciato riposare per 10 minuti.
Nel frattempo ho mescolato tutti gli ingredienti secchi, poi ho aggiunto l’acqua con il lievito, l’olio e il miele. Ho mescolato velocemente con un cucchiaio e poi con le mani per pochissimi minuti, fino a far amalgamare tutti gli ingredienti (non lavoratela troppo!)
Ho messo l’impasto in una ciotola capiente, coperto con la pellicola trasparente e messo in frigo a lievitare.
Ore 13.30
Ho tirato fuori l’impasto dal frigo e lasciato lievitare a temperatura ambiente.
Ore 15.30
Ho rovesciato l’impasto sul tavolo leggermente cosparso di semola di grano duro e ho fatto le pieghe: ho steso con le mani la pasta fino a formare un quadrato, ho poi piegato 1/3 dell’impasto verso il centro e sopra l’altro 1/3 dell’impasto. Ho spezzato in 4 la pasta, ho ripetuto le pieghe sui singoli pezzetti, unendo poi le estremità per cercare di formare delle sfere. Ho lasciato lievitare ancora.
Ore 18.30
Ho iniziato la formatura delle pizze, stendendole a mano molto sottilmente, su di un piatto da pizza ricoperto di carta forno, aiutandomi con la semola. E’ molto importante cospargere anche la carta forno di semola, perchè l’impasto tende ad attaccarsi. La pasta è morbidissima e si allarga facilmente, ma bisogna stare attenti che non si buchi durante la stesura. Ho lasciato lievitare ancora, spruzzando la pizza con dell’acqua per non farla seccare (ripetere 2 o 3 volte). Nel frattempo ho preparato il sugo: ho frullato i pelati nel mixer e poi li ho cotti per una decina di minuti aggiungendo olio, sale e origano secco. Ho tritato anche la mozzarella finissima nel mixer.

Ore 20.00
Ho cosparso la pizza di passata di pomodoro, mettendone poca per non appesantirla eccessivamente. Il forno va accesso circa 45 minuti prima a 250 °C ( ci mette parecchio a scaldarsi). Durante il riscaldamento, tenere nel forno anche le teglie, in modo che si scaldino.

Ho quindi infornato: ho fatto scivolare la pizza con la carta forno sulla teglia caldissima ed ho lasciato cuocere per 4 minuti (ho cotto due pizze contemporaneamente). Dopodiché ho tirato fuori le pizze, le ho farcite ed ho infornato ancora per 5 minuti invertendo le teglie. La teglia posizionata più in basso, va messa nel piano più basso del forno per permettere di cuocere per bene il fondo della pizza. Ed ecco la pizza pronta!

Questa è metà carciofini, olive e prosciutto cotto, 1/4 parmigiano, noci e aceto balsamico e 1/4 alice sott’olio
pizza forno casa elettrico croccante scioglievole pizzeria morbidapizza forno casa elettrico croccante scioglievole pizzeria morbida
Questa è con funghi freschi, prosciutto crudo e radicchiopizza forno casa elettrico croccante scioglievole pizzeria morbidaQuesta con prosciutto crudo, funghi freschi e fiori di zuccapizza forno casa elettrico croccante scioglievole pizzeria morbida
pizza forno casa elettrico croccante scioglievole pizzeria morbidaE per finire prosciutto cotto e patatine, stesa e condita dal mio fidanzato che si è improvvisato pizzaiolo  per una sera Sorrisopizza forno casa elettrico croccante scioglievole pizzeria morbidapizza forno casa elettrico croccante scioglievole pizzeria morbida

Piccole soddisfazioni

Piccole soddisfazioni

The versatile blogger award

The versatile blogger award

Premio dell'amicizia blogger

Premio dell'amicizia blogger