Quando si è giù di morale, non c'è nulla di meglio di un dolce.

Ma non basta assaggiarlo, non basta sentire il suo gusto..
La parte più bella è la preparazione, affondare le mani nella farina, sentire il profumo della cannella che si spande per la casa, vedere come tutti gli ingredienti, in apparenza così diversi, si amalgamano insieme e diventano una cosa sola. C'è qualcosa di più poetico della croccantezza di una nocciola, della cremosità della panna o del profumo dolciastro della frutta candita? Di più sorprendente del candore del latte bollente o di prendere tra le mani una manciata di chicchi di caffè?
Quando sei triste, quindi, ricorda: impegnati con amore e passione nella preparazione di un dolce, la gioia che ne scaturirà dalla sua buona riuscita, riuscirà a placare, anche per un solo istante, qualsiasi dolore.

mercoledì 30 gennaio 2013

Budini di panettone





Buongiorno a tutti!
Come prima ricetta voglio proporvi un'idea per riciclare il panettone avanzato dalle feste. Siccome a casa mia vige la regola che "non si butta via niente" (ma veramente nulla!!), una povera fettina chiedeva pietà nella dispensa, così ho pensato di realizzare questi budini di panettone. E' una ricetta veloce, leggera e molto gustosa, l'ho presa da un vecchio libro di cucina che avevo a casa! Ovviamente hanno il sapore del panettone, ma il gusto è molto più delicato. A noi sono piaciuti molto, spero anche a voi!


Piccole soddisfazioni

Piccole soddisfazioni

The versatile blogger award

The versatile blogger award

Premio dell'amicizia blogger

Premio dell'amicizia blogger