Quando si è giù di morale, non c'è nulla di meglio di un dolce.

Ma non basta assaggiarlo, non basta sentire il suo gusto..
La parte più bella è la preparazione, affondare le mani nella farina, sentire il profumo della cannella che si spande per la casa, vedere come tutti gli ingredienti, in apparenza così diversi, si amalgamano insieme e diventano una cosa sola. C'è qualcosa di più poetico della croccantezza di una nocciola, della cremosità della panna o del profumo dolciastro della frutta candita? Di più sorprendente del candore del latte bollente o di prendere tra le mani una manciata di chicchi di caffè?
Quando sei triste, quindi, ricorda: impegnati con amore e passione nella preparazione di un dolce, la gioia che ne scaturirà dalla sua buona riuscita, riuscirà a placare, anche per un solo istante, qualsiasi dolore.

mercoledì 25 settembre 2013

Stuzzichini colorati dolci-salati

antipasto aperitivo frutta affettato prosciutt cotto crudo salmone affumicato speck olive verdi pecorino formaggio pere ananas avocado pesca finger food stuzzichini basilico rucola salviaFinalmente mi prendo una mezz’oretta di relax, dopo i primi tre giorni di università. I ritmi sono frenetici, l’orario è davvero pieno e l’ora di macchina che ogni giorno mi separa dalla facoltà non aiuta, ma sono così felice dell’ambiente e delle materie che studio che per ora non mi pesa più di tanto (quando arrivo ad Aprile la faccenda cambia però Occhiolino).

Ne approfitto così per postarvi un’altra delle ricette preparate per la festa di compleanno di mia mamma (ve l’ho detto che riesco a coprire un’intera era geologica con tutto quello che ho preparato!), l’antipasto.

In realtà non è nemmeno un vero antipasto, è più adatto da buffet o aperitivo, ma appena l’ho visto su un libro di ricette non ho potuto fare a meno di prepararlo! Si tratta di bocconcini di frutta abbinati a formaggio, salmone e affettati e decorati con un tocco di verde. La preparazione è semplicissima e veloce e ancora di più il tempo che ci si mette a mangiarli, ma sono davvero carinissimi!

 

Spero che vi piacciano, buona serata!

martedì 24 settembre 2013

Quadrotti di pan di spagna di farro con rose di yogurt… e tanti auguri!

quadrotti pan spagna farina farro amido mais maizena yogurt greco vaniglia bocchetta 2d wilton marmellata susine rose
Dopo avervi fatto vedere uno dei primi che ho servito per la festa di compleanno di mia mamma, passo direttamente al dolce (o meglio uno dei dolci!) perchè oggi… è ufficialmente il suo compleanno! Quindi quale modo migliore di festeggiare anche qui pubblicando il dolce?Sorriso Questo dolce non è una vera torta di compleanno, anzi non è nemmeno una torta, ma l’idea è piaciuta tanto. Ho realizzato questi quadrotti di pan di spagna preparato con farina d farro e amido di mais, farciti con la mia marmellata di susine e decorate con delle rose di yogurt greco alla vaniglia. Il dolcetto è molto goloso e l’ho presentato su di un piatto rivestito di carta crespa verde, per dare la parvenza di un prato. Al centro poi ho messo mezza sfera di polistirolo rivestita di carta, per poter piantare le candeline.

Questo pan di spagna è il solito che preparo, contiene pochissima farina ed è leggerissimo, infatti è adatto per questo tipo di dolcetti, ma non per torte con farciture e rivestimenti molto pesanti. Io ho aggiunto un cucchiaino di lievito per sicurezza (lo faccio sempre quando preparo il pan di spagna per le occasioni), ma potete assolutamente ometterlo, la cosa importante è montare a lungo le uova.
La rosa di yogurt è stata realizzata con la bocchetta 2d della Wilton, l’unica che possiedo ed ho decorato il tutto con delle foglioline di menta.
Spero che la ricetta vi piaccia e colgo l’occasione per fare gli auguri alla mia mamma per i suoi 50 anni!!

Buona serata!
P9211635

domenica 22 settembre 2013

Poveri ma buoni: cestini di zucchine ripieni di pasta al salmone

cestini zucchine pasta salmone ricotta forno monoporzione primo Come vi avevo anticipato, ieri sera abbiamo festeggiato il compleanno della mia mamma ed è andato tutto benissimo! Lei è stata felice di festa e regali e nonostante non fossimo tutti presenti, è stata comunque una serata piacevole Sorriso Ho preparato tantissimi piatti, tant’è che ho ricette per aprire un’intera era geologica, ma piano piano ve le posterò tutte!
Oggi quindi partiamo da uno dei primi che ho servito, un cestino di zucchine che racchiude una saporita pasta al salmone. La ricetta di per sé è davvero semplicissima, ma tutti sono rimasti soddisfatti sia per la presentazione che per il sapore!
Ma veniamo al calcolo dei prezzi:
100 gr di salmone affumicato: 1,60 €
100 gr di ricotta: 0,50 €
2 grosse zucchine (circa 350 gr): 0,85 €
200 gr di pasta: 0,20 €
Il totale è di 3,15 €, che come al solito arrotondiamo a 3,30 € per il consumo di olio, sale e prezzemolo.
Con queste dosi vengono 8 cestini, quindi corrispondono a una porzione per 8 se servite con un altro primo (come ho fatto io) oppure a una porzione per 4 se servito come primo piatto e quindi i costi sono 0,42 € e 0,83 € circa.
Prima di lasciarvi alla ricetta però, voglio ringraziare due blogger per avermi donato questi riconoscimenti: Martina di La mia cucina improvvisata e Letizia di Il risotto perfetto. Grazie ragazze, sono davvero felicissima abbiate scelto il mio blog!



Spero mi perdoniate, ma domani inizio l’università,  sarò via dalla mattina alla sera e mi risulta davvero difficile riuscire a seguire tutte le rigole del premio Triste Vi ringrazio comunque di cuore!

Ora vi lascio alla ricetta, buona serata!

giovedì 19 settembre 2013

Cacciucco…e polenta!

P9161613In questi giorni ci sono grandi preparativi a casa. Sabato si festeggia una ricorrenza molto importante, i 50 anni della mia mamma! Volevamo farle una festa a sorpresa, ma che è andata in fumo, perciò la “sorpresa” consisterà nel menù che le preparerò Sorriso Sarà una cena molto raccolta, purtroppo molti dei nostri parenti non potranno esserci a causa di imprevisti, ma sono sicura sarà una bella festa comunque.
Il tempo libero, come potete immaginare, si è ridotto drasticamente, considerando gli altri mille impegni che all’improvviso sono apparsi tutti insieme e a cui non si può scappare.
Perdonatemi quindi se non rispondo ai commenti o non riesco a passare da voi, ma devo pure ritagliarmi il tempo per dormire Occhiolino
Stasera vi lascio una ricetta di pesce che ho preparato qualche sera fa, il cacciucco. Io l’ho abbinata alla ma tanto amata polenta, ma questa volta in versione taragna. Non me ne vogliano i livornesi, questa non è la ricetta originale, è una mia personalissima versione Sorriso
Spero vi piaccia, buona serata!

martedì 17 settembre 2013

Sushi

P9151585Non so da quanto tempo cercavo l’alga nori per preparare i maki sushi, ma avendo dei prezzi improponibili mi ero sempre accontentata dei nigiri sushi. Qualche tempo fa ero in un centro commerciale a Bologna e ho visto al supermercato un reparto con tante offerte e lì troneggiavano belli belli dei fogli di alga nori! Il prezzo era superscontato a causa della scadenza abbastanza ravvicinata e quindi li ho subito comprati…scadono a Gennaio, ma non penso che ne rimarranno molto superstiti in questi mesi Occhiolino
E quindi eccovi qui il mio sushi misto! Per ora mi sono accontentata di queste due tipologie, anche se il mondo del sushi è vastissimo e ci sono tante altre tipologie di questo squisito piatto! La preparazione è più semplice a farsi che a dirsi, anche se è un pochino lunghina, ma si può giocare d’anticipo preparando il riso anche 24 ore prima di mangiarlo (è sufficiente conservarlo in frigorifero ben chiuso dentro un contenitore). Come in tutte queste preparazioni, la preparazione richiede un pochino di manualità, quindi non preoccupatevi se i primi verranno male o si romperanno, con qualche prova diventerete degli chef giapponesi perfetti!

Buona serata!

lunedì 16 settembre 2013

Tiramisù allo yogurt e pere (Tiramisu with yogurt and pears)

finto tiramisù tiramisu caffè vaniglia coffee vanilla dessert dolce al cucchiaio yogurt senza uova pere peas
In famiglia siamo avvero degli yogurt addicted. Il nostro frigo è sempre ben rifornito di tutti i gusti e di tutti i tipi, ma amiamo particolarmente quello greco. Complice della ricotta avanzata che era in scadenza, gli yogurt  in offerta e la vaglia di tiramisù, sono uscite queste coppette semplici e golose, che noi abbiamo mangiato dopo un pranzo a base di sushi (prossimamente vi farò vedere la ricetta Sorriso). Sono davvero velocissime da fare e piacciono anche a chi non ama particolarmente lo yogurt, perchè il gusto acido è quasi inesistente. Io l’ho arricchito con dei cubetti di pera, ma voi potete usare ciò che più vi piace e variare anche i gusti utilizzati!

Spero che la ricetta vi piaccia, buona serata!

domenica 15 settembre 2013

Poveri ma buoni: La farinata di ceci (Chickpeas omelette)

frittata ceci farinata omelette chickpeas low cost vegetariana vegana vegan senza glutine senza uovaQuei da noi è ufficialmente arrivato l’autunno (anche se con qualche giorno di anticipo!), quindi via libera a scarpe chiuse, maglioncini e giacche. Devo dire, però, che non mi dispiace, questa è  la mia temperatura ideale, niente caldo, niente afa, ma nemmeno un freddo polare, peccato solo per l’abbondante pioggia di oggi… speriamo che passi presto! Questo è uno dei tanti motivi per cui amo settembre, il mese che mi piace di più tra tutti: tempo perfetto, tanta energia, tanto entusiasmo e tanti nuovi progetti per il nuovo “anno” che sta per cominciare!
Così, con questa aria settembrina, vi lascio la ricetta della rubrica della domenica, Poveri ma buoni. Il piatto che vi presento è la farinata di ceci, una ricetta davvero fantastica! Oltre ad essere un secondo davvero goloso, saziante ed economico è perfetto per tutti : senza glutine, adatto per chi no può mangiare uova (riproduce abbastanza fedelmente una frittata classica), adatto per vegani e vegetariani (basta eliminare il prosciutto). Inoltre può essere aromatizzata e arricchita con ciò che vogliamo: spezie, ortaggi, formaggi, salumi o ciò che più ci piace!
I costi sono:
-200 gr di farina di ceci: 0,76 €
-5 cucchiai di olio evo: 0,20 €
-50 gr di prosciutto a cubetti: 0,60 €
-600 ml di acqua: 0,11 €
Il totale è di 1,67 € che arrotondiamo a 1,80 € per considerare sale, pepe e misto per soffritto.
A testa sono 0,43 €, una cena davvero economica!
Spero che la ricetta vi piaccia, buona serata!

sabato 14 settembre 2013

Vermicelli di soia con salmone affumicato, carciofi e pinoli (Soy noodles with smoked salmon, artichockes and pine nuts)

noodles vermicelli soia soy carciofi articockes salmone affumicato smoked salmon pinoli pine nuts senza glutineLa ricetta di oggi vagava sul mio computer già da parecchio tempo (dal 21 luglio per la precisione!), ma avevo sempre rimandato la pubblicazione vista la semplicità  di questa preparazione. Oggi però mentre stavo riordinando le foto sul mio pc nuovo (come vi avevo detto quello vecchio ci ha lasciato definitivamente :/) mi è preso un tale spavento vedendo che parte delle foto delle ricette erano scomparse! Fortunatamente non si erano perse, ma erano finite, non si sa come, in un’altra cartella. Tra le tante ho trovato anche questo piatto e così mi sono decisa… non so quanto sarebbero sopravvissute ancora indenni nella loro bella cartellina sul desktop Occhiolino
Si tratta di soia conditi con salmone affumicato, carciofi e pinoli, un piatto semplice e delicato, ma dal gusto saporito.
Come avrete capito amo follemente il salmone affumicato, lo uso spessissimo e in questo caso da il giusto sprint ai poco saporiti vermicelli di soia. Io come al solito ho usato i carciofi surgelati al naturale (con questo ortaggio non riesco proprio ad avere affinità, la pulizia è sempre una lotta, per cui mi accontento del surgelato Sorriso), ma voi che siete più bravi e pazienti me, usate tranquillamente quelli freschi, il piatto ne guadagnerà in sapore!
Prima di passare alla ricetta devo però ringraziare tre blogger che mi hanno assegnato due premi, Francesca di “Diario di un’ aspirante pasticcera”,  Rosa di “Cooking in rosa” e Alessandra di “La cucina di zia Ale
I premi sono 100% Blog affidabile e Premio dell’amicizia blogger. Vi ringrazio tantissimo ragazze, ne sono veramente felice!
Il primo premio va "passato” a 5 blog che soddisfano questi requisiti:
-il blog è aggiornato regolarmente
-mostra la passione autentica della blogger
-favorisce la condivisione e la partecipazione attiva degli utenti
-offre contenuti e informazioni utili ed originali
-non è infarcito di troppa pubblicità
Le mie scelte sono:
<<Dichiaro che i blog da me scelti rispettano le 5 regole del Premio “Il Blog Affidabile” disponibili a questa pagina http://gliaffidabili.it/a/altro/il-premio-il-blog-affidabile . Sono pertanto una risorsa utile per gli utenti della Rete e meritevoli di essere conosciuti da un pubblico più ampio come gli artigiani, le aziende e i professionisti iscritti su “ http://gliaffidabili.it/ >.
 
Mentre per il secondo premio, devo scrivere 7 punti che mi descrivano e premiare 5 blog con meno di 200 followers che a loro volta dovranno passare il premo ad altri.
- Sono testarda all’inverosimile e quando mi prefiggo un obiettivo lo voglio raggiungere a tutti i costi
. Non riesco a resistere alla pizza
- Mi piace fare di tutto, dal disegno al canto al ballo alla lettura e tutto quello che la mia creatività mi suggerisce!
- Strano ma vero, amo la matematica
- Sono molto permalosa
- Odio la falsità e la disonestà
- Sono una sperimentatrice
 
E i blog che premio sono:

Complimenti a tutte !

Buona serata!

Ingredienti (per 3 persone)
4 nidi di vermicelli di soia
250 gr di carciofi surgelati
150 gr di salmone affumicato
30 gr di pinoli
3 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di aceto di vino
1 pezzetto di porro
sale q.b.noodles vermicelli soia soy carciofi articockes salmone affumicato smoked salmon pinoli pine nuts senza glutinenoodles vermicelli soia soy carciofi articockes salmone affumicato smoked salmon pinoli pine nuts senza glutine

Preparazione
Mettere a bagno i vermicelli di soia per 2/3 ore in acqua fredda.
Far scongelare i carciofi e tagliarli a pezzetti, quindi farli saltare in padella assieme all’olio, al porro tagliato finemente e ad un pizzico di sale.
In un’altra padella tostare i pinoli, fino a che saranno belli lucidi.
Scolare i vermicelli, tagliare ogni matassina in due con una forbice e farli saltare in padella per qualche minuto, aggiungendo anche il salmone tagliato a pezzetti, i pinoli e l’aceto.
Servire subito.

noodles vermicelli soia soy carciofi articockes salmone affumicato smoked salmon pinoli pine nuts senza glutine
Soy noodles with smoked salmon, artichockes and pine nuts
Ingredients (for 3 people)
4 soy noodles nests
250 grams of frozen artichokes
150 grams of smoked salmon
30 grams of pine nuts
3 tablespoons of extra virgin olive oil
1 teaspoon of vinegar
1 piece of leek
salt

Soak the noodles for 2/3 hours in cold water.
Defrost artichokes and cut them into pieces, then cook them in a pan with the oil, the chopped leek and a pinch of salt.
In another pan, toast the pine nuts, until they are a beautiful glossy.
Drain the noodles and cook them in the pan with the artichockes for a few minutes, then add the chopped salmon, pine nuts and vinegar.
Serve immediately.

















venerdì 13 settembre 2013

Fiori di zucca gratinati ripieni di ricotta e prosciutto crudo (Grated zucchini flowers filled with ricotta cheese and Parma ham)

fiori di zucca zucchini pumpkin flowers parma ham prosciutto crudo ricotta cheese grated fratinati
E anche questa settimana siamo giunti al week end! La settimana è passata davvero in un lampo e sono sicura che tra mille impegni improvvisi anche il week volerà senza che me ne possa accorgere. Pazienza, in fondo che vita noiosa sarebbe una senza imprevisti e impegni? Sorriso 

Ultimamente vedo in giro per i blog tante bellissime ricette di fiori di zucca ripieni e non ho saputo resistere nemmeno io! Io li ho preparati in maniera veramente semplice, riempiti con ricotta e prosciutto crudo e cosparsi con pane e parmigiano, che formano una crosticina croccante. L’unica accortezza è di usare una ricotta molto asciutta o in alternativa farla sgocciolare per qualche ora. A noi sono piaciuti tanto, spero anche a voi!
Prima di lasciarvi alla ricetta volevo segnalare il Link Party di Fragola e Cannella, a cui sono stata invitata a partecipare. Questi "party" in cui si possono conoscere nuovi blogger mi piacciono tantissimo e quindi non posso che partecipare :) Se vi piace l'iniziativa andate a vedere il bellissimo blog di Fragola e Cannella e partecipate anche voi, più siamo più è bello :)

Buona serata!

mercoledì 11 settembre 2013

Quadrotti di japanese cotton cheese cake con copertura di cioccolato e mandorle

japanese cotton cheesecake torta dolce cioccolato fondente mandorle almonds dark chocolateStasera vi lascio con questa ricetta dolce davvero golosa. Si tratta della famosa japanese cotton cheese cake, una torta dalla consistenza molto particolare, a metà tra una cremosa cheesecake e un soffice pan di spagna. Io l’ho arricchita con uno strato croccante di cioccolato fondente e un po’ di lamelle di mandorle, una vera goduria! Ho usato una tortiera molto larga per ottenere una torta bassa, ma voi potete anche ridurre la dimensione per ottenere una maggiore altezza. E’ fondamentale lasciarla raffreddare in forno, in modo da evitare un eccessivo sbalzo termico che farebbe crollare la torta. Un pochino comunque si abbassa, per cui non preoccupatevi se non rimane bella gonfia come i forno SorrisoUltimo consiglio, se potete preparatela il giorno prima, avrà un gusto migliore e avrete i tempi giusti per tutte le fasi si raffreddamento!
A noi è strapiaciuta, spero anche a voi!
Buona serata!
For the English version see below

martedì 10 settembre 2013

Pizza sottile e croccante con farina di farro

P9071468
La mia voglia di pizza non cala mai, ne tanto meno la voglia di trovare impasti nuovi e migliori da provare nel mio forno di casa. Vagando sul web e leggendo varie informazioni, sono arrivata a provare questo impasto preparato con una parte di farina di farro. Il risultato è stato davvero gradito ed ho ottenuto una pizza sottile e croccante con tante bolle, come quelle tirate che si trovano in pizzeria, ma l’impasto è ottimo anche per una pizza più alta. La pasta si stende meravigliosamente, ma bisogna avere l’accortezza di lasciar riposare a lungo la pasta, impastare a mano e non lavorare tropo l’impasto dopo la levitazione.

A noi il risultato è piaciuto tanto, spero anche a voi!

lunedì 9 settembre 2013

Cavatelli con melanzane, rana pescatrice e polvere di capperi

pasta primo cavatelli melanzane aubergines rana pescatrice coda rospo monkfish olive olives capperi polvere capers powder
Ho visto sul blog “QB Due nutrizioniste in cucina” questo primo piatto e mi ha subito incuriosito l’utilizzo della polvere di capperi. Tempo qualche giorno e già era bella pronta nella mia dispensa! E’ davvero un’ottimo insaporitore per i piatti, è perfetto anche utilizzato sul pesce ed è semplicissimo da preparare. Io l’ho usato per arricchire questa pasta condita con melanzane, rana pescatrice e olive nere e il risultato  stato davvero gradito. Nel mio supermercato, poi, periodicamente vendono dei prodotti pugliesi  davvero ottimi e quindi ho abbinato il sugo a dei cavatelli artigianali buonissimi.

Spero che il risultato piaccia anche a voi, buona serata!

venerdì 6 settembre 2013

Involtini di platessa con carote, rucola e mandorle (Plaice rolls with carrots, rocket and almonds)

involtini platessa plaice rolls carote carrots rucola rockets almonds mandorle pesce seconso fish marco bianchi
In questo periodo mi sto godendo gli ultimi giorni di vacanze prima dell’inizio dell’università e sto ricaricando le energie. Mi aspetta un anno davvero impegnativo e devo partire bella carica per portare a termine tutti i miei obblighi e i miei progetti! Sto cercando quindi di fare tante più cose possibili visto che il tempo a disposizione dopo sarà davvero poco, ma sfortunatamente (io devo ancora capire questo strano effetto del tempo!) più io mi impegni meno cose riesco a fare e il tempo scorre inesorabilmente! Io mi sveglio alla mattina, anche abbastanza presto e come per magia… sono le 11 di sera Sorriso Capita anche a voi? Ho cercato di porvi rimedio scrivendomi su un foglio tutto quello che devo fare, ma non ci sono stati gran risultati, vedremo un po’ di recuperare nelle prossimi giorni Sorriso La cucina ha comunque sempre il suo giusto spazio nella mia giornata e ne approfitto per provare tante più ricette possibili!

Stasera vi lascio quindi un’altra ricetta tratta da un libro di Marco Bianchi “9 mesi di ricette”. Si tratta di involtini di platessa farciti con una deliziosa crema di carote e rucola e cosparsi con delle mandorle croccanti. Io ho apportato le mie modifiche e sono venuti buonissimi ugualmente, anche se avrei aggiunto un pochino di pan grattato per renderli ancora più gustosi, ma voi potete decidere a seconda del vostro gusto! La prossima volta sicuramente io farò questa aggiunta Sorriso 
Buona serata!
For the English version see below


giovedì 5 settembre 2013

Spiedini di pesce allo yogurt e semi di lino (Grilled fish sticks with yogurt)

salmone salmon pesce spada swordfish semi di lino pan grattato grigliati yogurt spiedini fish sticks bread crumbsStasera vi lascio un secondo piatto di pesce semplicissimo da fare, ma molto buono. Veloce la ricetta, veloce il post, mi sta aspettando uno degli ultimi giri in bici della stagioneSorriso Si tratta di spiedini di pesce spada e salmone impanati con yogurt, pane e semi di lino e insaporito da tantissime spezie. Il pesce rimane morbidissimo e la panatura non è per niente predominante. Ovviamente si possono variare i pesci utilizzati ed anche le spezie, per avere sapori sempre diversi Sorriso
Spero che la ricetta vi piaccia, buona serata!

mercoledì 4 settembre 2013

Strozzapreti al pesto di carciofi (Pasta with artichokes’ sauce)

pasta strozzapresti carciofi ricotta olive verdi parmigiano pinoli pesto primo artichokes cheese parmesan Puntuale, anzi puntualissimo. Stamattina esattamente alle 9.03 (proprio come il 29 maggio scorso) il terremoto si è fatto ancora sentire. Nulla di forte, 3.3 è una sciocchezza, ma la paura torna a salire. Sarà il caso, ma gli orari in cui arrivano le scosse sono sempre quelli, quasi si volesse prendere gioco di noi. Non è per lamentarsi o per farsi compatire , ma vi assicuro che vivere un terremoto così forte come quello dell’anno scorso è una cosa terribile. Ognuno di noi è stato colpito in maniera diversa, ma ancora oggi la paura non è scomparsa. E’ sufficiente un temporale, una porta che sbatte, un camion che passa a forte velocita per farci sobbalzare. Fortunatamente stamattina l’epicentro era abbastanza lontano da casa mia, per cui abbiamo solo tremato, ma non abbiamo sentito il boato sordo e cupo che precede di qualche secondo ogni scossa. Immagino che per le persone vicine all’epicentro debba essere stato terribile, ho saputo che sono state anche fatte evacuare delle aziende per un paio di ore. Speriamo che sia stato solo un episodio isolato e che ci lasci tranquilli ancora per un po’, visto che ha già fatto cambiare tante cose qui. Tutte le scuole del mio paese (dalle elementari alle superiori) sono state spostate perchè gli edifici sono inagibili, tantissime persone non sono potute rientrare in casa e hanno dovuto rimediare su case in affitto o sui container, il centro storico non è ancora stato riaperto ad eccezione di qualche via. Non parliamo poi delle industrie che si sono dovute fare in quattro per rimediare a tutti i danni del terremoto senza avere nemmeno un aiuto (ma questi sono altri discorsi…) e soprattutto delle persone che hanno perso la vita inutilmente. Io sono stata fortunata, la mia casa è uscita praticamente indenne da questa vicenda e siamo stati tutti illesi, ma purtroppo non è andata così a tutti. A questo punto bisogna farsi forza e andare avanti, ma sperare tanto, sperare che tutto questo sia finito e che non ci tocchi più, anche se sappiamo benissimo che la natura è imprevedibile e che questa sicurezza non la potremo mai avere.
Passiamo alla ricetta di oggi, un primo piatto semplice e veloce e non bellissimo all’aspetto,  ma ugualmente ricco e gustoso. E’ un “pesto” un po’ anarchico, ci sono i pinoli, il parmigiano e  l’olio, ma abbinati a carciofi, olive e ricotta. Il gusto è delicato, ma comunque molto saporito, si prepara in poco tempo ed è perfetto anche da congelare. Io l’ho usato come condimento per degli ottimi strozzapreti artigianali, ma è ottimo anche utilizzato sul pane.
Ma prima di lasciarvi alla ricetta volevo ringraziare Francesca del blog “Diario di un’aspirante pasticcera”per avermi dato il premio “Blog 100% affidabile”. Grazie di cuore!
Prossimamente vi dirò anche i nomi dei miei fantastici 5 Sorriso
Buona serata! Sorriso

lunedì 2 settembre 2013

Risotto con zucca, salmone affumicato e ricotta salata (Risotto with pumpkin, smoked salmon and ricotta salata cheese)

risotto zucca pumpkin rice ricotta salata cheese smoked salmone salmone affumicato primoIl mio amore per i risotti ormai è risaputo, il risotto è il mio piatto del cuore e oso dire che sia il mia cavallo di battaglia. Sono però convinta che per fare bene questo piatto, la grande parte del lavoro la fa un riso di qualità, che rilasci la giusta quantità di amido in cottura e permetta di creare quella cremina deliziosa, che rende assolutamente inutile l’aggiunta di panna o altri tipi di ingredienti.  Che borsa che sono quando parlo di risotti Sorriso
Non vi tedio ulteriormente, ma vi lascio alla ricetta. Questo risotto è buono, anzi buonissimo! L’abbiamo divorato fino all’ultimo chicco! I sapori sono ben bilanciati, la zucca dona dolcezza, mentre il salmone affumicato e la ricotta salata aiutano a dare sapidità al piatto. Nonostante l’apparenza, oltre che essere cremoso e corposo, è leggero e fresco, adatto a questa stagione di passaggio fra l’estate e l’autunno.
Vi ho convinti? SorrisoSpero di si!
Buona serata!
For the English version see below

domenica 1 settembre 2013

Poveri ma buoni: Pasta al forno con verdure (Baked pasta with vegetables)

pasta forno baked verdure vegetables pomodorini funghi freschi melanzane mushrooms  cherry tomatoes auberginesformaggio low cost spalmabile cheese gratinates grated
Buona domenica a tutti ed eccoci con la solita rubrica!

Ma prima di presentarvi la ricetta, volevo ringraziare Martina del blog “La mia cucina improvvisata” per il bellissimo libro sulle insalate che mi ha inviato. Ho vinto la sua rubrica di Luglio e questo è il premio che mi ha donato:
P9011425P9011426



Grazie Martina!
Oggi vi propongo un primo piatto che non solo è low cost per gli ingredienti usati, ma anche perchè è una ricetta di riciclo! Inoltre è anche fresco e leggero.
La ricetta in questione è una simil pasta al forno con tante verdure. Ho utilizzato un po’ di formaggio spalmabile avanzato, tutti i fondi dei sacchetti di pasta e le verdure che ho trovato in offerta  al supermercato. Inoltre la cottura ha un tempo ridotto, perchè sono sufficienti 10 minuti per gratinare il parmigiano,
La mia è solo un’idea più che una vera e propria ricetta, ma voi potete utilizzare gli ingredienti chepreferite o ancora meglio, che giacciono in frigorifero già da tanto tempo. Occhiolino
Ora vi lascio alla ricetta!
Buona giornata!
For the English version see below

sabato 31 agosto 2013

Pollo al limone morbidissimo (Tender lemon chicken thigh)

pollo sovracosce chicken tight tenere morbide succose tender limone lemon nigellaQuando due ore fa ho visto i vasi nel mio piccolo orticello, non potevo credere ai miei occhi! Le mie piantine sono già germogliate! Certo, sono delle minuscole foglioline verdi, ma la soddisfazione è davvero grande Sorriso
Detto questo oggi vi lascio con un post velocissimo, perchè qui con me c’è un fidanzato un po’ antipatico (oddio, rischio un pugno sul naso!) che scalpita perchè tutte le volte che viene mi trova a scrivere sul blog Occhiolino
Per cui eccovi questo pollo morbido, leggero e succoso, semplice da preparare e buonissimo!
La ricetta originale è di Nigella, ma io l’ho opportunamente modificata aggiungendo tanto succo di limone e cambiando gli aromi a seconda di quello che avevo in casa. La cottura è lunga, ma il pollo cuoce da solo, quindi ce lo possiamo dimenticare nella pentola e tronare a cottura ultimata.
Buon sabato sera!

venerdì 30 agosto 2013

Straccetti di pollo con fichi e ricotta salata (Chicken strips with figs and ricotta salata cheese)

pollo chicken fichi figs ricotta salata cheese straccetti strips Da quando ho iniziato questa bellissima avventura del blog, mi si è spalancato davanti un mondo che non conoscevo. Quando ho iniziato, non speravo certi di conoscere così tante persone ne tanto meno di stringere delle vere e proprio amicizie virtuali. E’ così bello pensare di poter condividere una passione comune, anche con persone distanti tantissimi kilometri da noi! Per cui, oltre che pubblicare le mie ricette e visitare gli amici che già conosco, cerco sempre di scovare nuovi blog da cui poter trarre ispirazione. Così come faccio con i libri, adoro curiosare tra le varie ricette postate, guardare le foto, leggere gli ingredienti e gustarmi anche solo con gli occhi tutte le varie delizie che preparate. Perchè tutto questo preambolo? Beh, per dire che essendo così “curiosona” adoro le iniziative, in cui si ha la possibilità di conoscere tante nuovi blogger e non posso che partecipare a quella di La mia famiglia ai fornelli! A questo link trovate tutti i partecipanti Sorriso
Ma desso passiamo alla ricetta i oggi, un secondo piatto tanto veloce e semplice, quanto originale e chic. Si tratta di straccetti di pollo abbinati con dei fichi freschissimi e una bella dose di ricotta salata che va a smorzare il sapore dolciastro dato da questo meraviglioso frutto. Io ci avrei aggiunto anche delle striscioline di prosciutto crudo precedentemente abbrustolite nel forno, ma ahimè ne ero sprovvista. Secondo me è davvero molto buono, se lo provate fatemi sapere Sorriso
Buona serata!
For the English version see below

Piccole soddisfazioni

Piccole soddisfazioni

The versatile blogger award

The versatile blogger award

Premio dell'amicizia blogger

Premio dell'amicizia blogger