Quando si è giù di morale, non c'è nulla di meglio di un dolce.

Ma non basta assaggiarlo, non basta sentire il suo gusto..
La parte più bella è la preparazione, affondare le mani nella farina, sentire il profumo della cannella che si spande per la casa, vedere come tutti gli ingredienti, in apparenza così diversi, si amalgamano insieme e diventano una cosa sola. C'è qualcosa di più poetico della croccantezza di una nocciola, della cremosità della panna o del profumo dolciastro della frutta candita? Di più sorprendente del candore del latte bollente o di prendere tra le mani una manciata di chicchi di caffè?
Quando sei triste, quindi, ricorda: impegnati con amore e passione nella preparazione di un dolce, la gioia che ne scaturirà dalla sua buona riuscita, riuscirà a placare, anche per un solo istante, qualsiasi dolore.

sabato 2 febbraio 2013

Hamburger di pollo e tacchino (simil Teneroni)




Buonasera a tutti!

Ormai io e la mia famiglia ci siamo quasi completamente convertiti alle ricette "home made", sono più economiche, genuine e anche più buone! ;)
Ho voluto riprodurre questi hamburger che a me piacciono molto, sono un secondo veloce per il pranzo e sono semplicissimi da fare!




Ingredienti (per 5 hamburger)
150 gr di affettato di petto di tacchino
180 gr di petto di pollo
8 cucchiai di latte
125 gr di patate
sale q.b.
pepe q.b.
noce moscata q.b.

Procedimento
Lessare la patata con la buccia (dopo averla accuratamente lavata), lasciarla raffreddare e poi sbucciarla.
Frullare nel mixer il petto di pollo tagliato a pezzetti, l'affettato di tacchino, la patata, il sale, il pepe e la noce moscata a piacere. Aggiungere il latte, un cucchiaio alla volta (io ne ho usati 8, ma regolatevi voi in base alla consistenza dell'impasto) fino ad ottenere un composto omogeneo, umido, ma che si riesce a lavorare.
Io ho diviso l'impasto in 5 parti, poi con l'aiuto di un cucchiaio, l'ho distribuito dentro un coppapasta (10 cm di diametro) per dargli la forma tipica dell'hamburger.
Ecco pronti i vostri teneroni!



Si cuociono semplicemente in padella, con un filo d'olio per 10 minuti, oppure, come ho fatto io, li potete congelare (tra un hamburger e l'altro ponete due foglietti di carta forno, in modo che non si attacchino) per averli sempre pronti a disposizione!

Piccole soddisfazioni

Piccole soddisfazioni

The versatile blogger award

The versatile blogger award

Premio dell'amicizia blogger

Premio dell'amicizia blogger