Quando si è giù di morale, non c'è nulla di meglio di un dolce.

Ma non basta assaggiarlo, non basta sentire il suo gusto..
La parte più bella è la preparazione, affondare le mani nella farina, sentire il profumo della cannella che si spande per la casa, vedere come tutti gli ingredienti, in apparenza così diversi, si amalgamano insieme e diventano una cosa sola. C'è qualcosa di più poetico della croccantezza di una nocciola, della cremosità della panna o del profumo dolciastro della frutta candita? Di più sorprendente del candore del latte bollente o di prendere tra le mani una manciata di chicchi di caffè?
Quando sei triste, quindi, ricorda: impegnati con amore e passione nella preparazione di un dolce, la gioia che ne scaturirà dalla sua buona riuscita, riuscirà a placare, anche per un solo istante, qualsiasi dolore.

martedì 12 febbraio 2013

Spaghetti feta e pomodorini

Questa è la pasta preferita di mia mamma, nonostante sia di una semplicità assoluta.  Il tempo di cuocere la pasta e il piatto è pronto!
pasta feta pomodorini



Ingredienti (per 3 persone)
250 gr di pasta (i formati migliore a mio parere sono spaghetti e farfalle, ma vanno bene tutti i formati!)
350 gr di pomodorini
150 gr di feta
1 manciata di basilico fresco
olio evo q.b.
Procedimento
Far bollire l'acqua per la pasta, salandola leggermente di più del solito (non metto sale nei pomodorini per non fargli rilasciare acqua).
Tagliare i pomodorini a pezzetti, tritare finemente il basilico e metterli in una ciotola capiente.
Tritare finemente anche la feta.
Cuocere la pasta, appena è pronta scolarla bene, metterla nella ciotola e amalgamare il tutto aggiungendo olio evo a piacere.
Impiattare e poi cospargere con la feta.
pasta feta pomodorini











Piccole soddisfazioni

Piccole soddisfazioni

The versatile blogger award

The versatile blogger award

Premio dell'amicizia blogger

Premio dell'amicizia blogger