Quando si è giù di morale, non c'è nulla di meglio di un dolce.

Ma non basta assaggiarlo, non basta sentire il suo gusto..
La parte più bella è la preparazione, affondare le mani nella farina, sentire il profumo della cannella che si spande per la casa, vedere come tutti gli ingredienti, in apparenza così diversi, si amalgamano insieme e diventano una cosa sola. C'è qualcosa di più poetico della croccantezza di una nocciola, della cremosità della panna o del profumo dolciastro della frutta candita? Di più sorprendente del candore del latte bollente o di prendere tra le mani una manciata di chicchi di caffè?
Quando sei triste, quindi, ricorda: impegnati con amore e passione nella preparazione di un dolce, la gioia che ne scaturirà dalla sua buona riuscita, riuscirà a placare, anche per un solo istante, qualsiasi dolore.

lunedì 1 luglio 2013

Trofie aromatiche con gallinella, mandorle e zafferano

trofie gallinella zafferano spezie aromatiche rosmarino timo origano mandorle pasta primoOggi vi propongo una ricetta copiata spudoratamente (quasi!) da Alice Cucina di Luglio. Quasi copiata perchè, per un motivo o un altro, le ricette non riesco proprio a riprodurle tali e quali! Il dentice l’ho sostituito con la gallinella, le spezie io le ho usate essiccate e non fresche, al posto dei gnocchetti sardi ho utilizzato le trofie e i pinoli si sono trasformati in buonissime mandorle.
E’ uscito un piatto saporitissimo, ma comunque molto leggero e adatto alla stagione!
Vi lascio alla ricetta, buona serata!

Ingredienti (per 3 persone)
300 gr di trofie secche
250 gr di filetti di gallinella (i miei avevano la pelle)
20 gr di mandorle
1 cucchiaino raso di rosmarino essiccato
1 cucchiaino raso di origano essiccato
1 cucchiaino raso di timo essiccato
1 bustina di zafferano
1 tazzina di vino bianco secco
2 cucchiai di olio evo
sale q.b.
pepe q.b.
trofie gallinella zafferano spezie aromatiche rosmarino timo origano mandorle pasta primo
Preparazione
Ho eliminato dai filetti di gallinella la parte centrale con le lische, poi li ho cotti al vapore per una decina di minuti per poter eliminare agevolmente la pelle (se avete più pazienza di me potete sfilettarli da crudi e cuocerli direttamente in padella!), una volta freddi li ho tagliati a pezzetti.
Ho scaldato l’olio nel wok, ho aggiunto la gallinella e le spezie ed ho fatto insaporire per qualche minuto. Dopodiché ho sfumato con il vino bianco ed ho lascito cuocere per 5 minuti. Dopo ho spento il fuoco ho salato e pepato a piacere.
Ho cotto la pasta, l’ho scolata qualche minuto prima della fine e l’ho messa nel wok insieme a mezzo mestolino di acqua di cottura e allo zafferano ed ho terminato di cuocere la pasta.
Quando è pronta impiattare e servire!
trofie gallinella zafferano spezie aromatiche rosmarino timo origano mandorle pasta primo

12 commenti:

  1. Ciao, un primo piatto colorato e profumato! Davvero una ricetta interessante per utilizzare la gallinella.
    Il sapore finale ci intriga moltissimo.
    bacioni e complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Ha un sapore delizioso, ve lo assicuro :)
      Un bacio
      Letizia

      Elimina
  2. Nemmeno a me riesce di rifare una ricetta pari pari, cmq la tua versione non ha nulla da invidiare con l`originale, la trovo perfetta cosi!! Baci, Imma

    RispondiElimina
  3. Quante ispirazioni sul tuo blog, per una come me che vivrebbe di pesce!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola, a chi lo dici, io sono una divoratrice di pesce ;)
      Un bacio
      Letizia

      Elimina
  4. molto gustose queste trofie, passa da me c'è una cosina per te

    RispondiElimina
  5. Piatto spettacolare!!! anche a me ogni tanto capita di prendere spunto da altre ricette, poi le riproduco a odo mio! a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ci si mette lo zampino non c'è soddisfazione ;)
      Un bacio
      Letizia

      Elimina

Piccole soddisfazioni

Piccole soddisfazioni

The versatile blogger award

The versatile blogger award

Premio dell'amicizia blogger

Premio dell'amicizia blogger